Notizie

cerca

Segno, alfabeto, scritture, linguaggi

Dal 17 dicembre 1998 al 31 gennaio 1999
Galleria Aiap
viale Col di Lana 12
Milano


Mai come in quest'ultimo scorcio di millennio sono state progettate nuove forme di alfabeto. La rivoluzione digitale ha portato con se l'esigenza tecnica di nuove scritture e la facilità di generarle con nuove forme. Un sapere antico, fortemente specialistico ha trovato inaspettati orizzonti e posto nuove responsabilità ai grafici e ai designer. Le forme nuove dell'alfabeto rappresentano non solo, come sottolinea Stanley Morison, (l'ideatore del carattere Times) il mutare sociale ed economico, ma la necessità intrinseca dei nuovi media comunicativi. Il sistema delle reti ha reintrodotto e riaperto spazio alla comunicazione dialogica. Ogni giorno un nuovo soggetto è lettore e scrittore al tempo stesso - comunica con i nuovi mezzi. E il suo sogno è che la forma della scrittura sia sempre piu personale e aderente al suo mondo. La mostra promossa da Aiap, Adi e Smau vuole offrire una riflessione su questi temi da parte di 70 progettisti che operano nel mondo della comunicazione, del design e dell'illustrazione. Riflessione voluta e favorita dalle associazioni che in Italia rappresentano la grafica e il disegno industriale, e da Smau, lo speciale osservatorio sull'evoluzione delle tecnologie dedicate alla comunicazione e all'informazione.
Mario Piazza
presidente Aiap


Pensare alla scrittura, ai suoi fondamenti, alle sue radici. Pensare all'alfabeto e alle infinite possibilità di trasformarlo, messe a disposizione dalle nuove tecnologie. Un tempo impiegare caratteri diversi all'interno di uno stesso testo era una operazione da addetti ai lavori; oggi e una cosa che puo fare chiunque abbia confidenza con un programma di scrittura. La personalizzazione grafica del testo, la possibilità di adeguarlo alle intenzioni espressive, al desiderio di sottolineare concetti o parole, appartiene ormai all'orizzonte quotidiano: per farlo, sovente, basta cambiare il carattere che si sta usando, modificarlo nelle sue dimensioni o nei suoi spessori: in modo semplice e rapido. Ma non solo: le nuove tecnologie moltiplicano anche le possibilità degli specialisti. Sino a qualche anno fa, lo studio di un nuovo carattere poteva occupare tempi anche lunghissimi; oggi, grazie a Internet è possibile sviluppare ricerche approfondite in modo rapido ed efficace, e usando le nuove tecnologie sono possibili aggiustamenti immediati del proprio lavoro. Un tempo, per avere a disposizione un'ampia scelta di caratteri, bisognava rivolgersi a strutture specializzate; oggi è possibile avere tutto cio 'a casa', direttamente nel proprio computer. Ecco allora, proprio quando le trasformazioni del modo di utilizzare l'alfabeto si sono ormai diffuse e consolidate, la necessità di un momento di riflessione, di un pensiero che sappia interpretare l'essenza dell'alfabeto e che aiuti, quindi, a utilizzare le nuove tecnologie con maggior coscienza. Perché in qualunque ambito ci si muova, la tecnologia privata della consapevolezza circa le sue implicazioni e le sue possibilita un po' come un alfabeto senza vocali: inutilizzabile. La mostra che abbiamo il piacere di presentare è nata da queste considerazioni.
Enore Deotto
Presidente Smau


La mostra è stata curata da:
Mario Piazza, Alberto Lecaldano, Giancarlo Iliprandi

La mostra è stata allestita anche a:
dicembre 1998 > Galleria Aiap, Milano
ottobre 1998 > SMAU, Milano
novembre 1999 > Palazzo Ducale, Genova
ottobre 1999 > SMAU, Milano
agosto 1999 > Casa della Cittadinanza, Udine
giugno 1999 > Palazzo Ducale, Andria (BA)
maggio 1999 > Sala mostre, Scuola delle Arti “Arteria”, Matera
aprile 1999 > Tecnorama, Bari
gennaio 1999 > Galleria Aiap, Milano
settembre 2002 > Cantacarta di Civitanova Marche (MC)
marzo / aprile 2003 > Sordevolo (BL)

.........................................
acquista il catalogo in Libreria Online


(17 dic 1998 )


 

apri

 

links:



Aiap
via Ponchielli, 3
20129 Milano

21 novembre 2017

Cerca:


AIAP facebook page AIAP youtube channel