Gyorgy Doczi. The Power of Limits


Mostra a cura di Francesco Messina
con la collaborazione di Michele Bruttomesso, Elisa Ceretta, Guido Dal Prà, Alberto Reginato, Alessandra Smiderle, Lorenzo Toso

Sede del Corso di laurea in Disegno Industriale (Cladis)

Borgo Cavour 40, Collegio Pio X, Treviso

Orario continuato 9.00 - 19.00 mercoledì e venerdì
giovedì dalle ore 9.00 fino alle 22.30

1-2-3 ottobre dalle ore 9.00 alle 19.00



Gyorgy Doczi, americano di origini ungheresi, è stato un architetto attivo in Svezia, Ungheria, Iran e Stati Uniti. Celebre per la sua mostra permanente sulla relazione tra forme naturali e artistiche al Pacific Science Center di Seattle, ha fondato Friends of Jungian Psychology Northwest. Il suo libro The Power of Limits (Edito da Shambhala nel 1981, e pubblicato in tutto il mondo) raccoglie le osservazioni di Doczi in merito alle corrispondenze tra natura, arte e tutto ciò che circonda l’essere umano, ispirandosi alle proprie scoperte armoniche. La fusione tra diversità ed unità crea infatti forme armoniose le quali sembrano incorporare i principi di un ordine cosmico; allo stesso modo, l’illimitatezza di questo ordine si rivela nel rigore delle sue infinite forme. 
La sezione aurea, così come i pattern generati da spirali che si muovono in direzioni opposte, è presente nelle forme naturali e nel processo di crescita organica. Doczi, non trovando parola appropriata per definire questo processo generativo, ha coniato il termine “dinergia”, dal greco “dia” (attraverso, tra, opposto) ed “energia”. 
Se vogliamo, in un certo senso, può essere letto come un vero e proprio libro di design.
La mostra è un piccolo tributo alla sua ricerca. È un invito ad una riflessione che pare più che mai profonda, corretta e "senza tempo", necessaria anche per chi si occupa di progetto grafico e più che mai interessante in un periodo in cui anche in ambiti collaterali (la grafica generativa, ad esempio) nascono continui suggerimenti, seppure in modi molto diversi, ad un approfondimento verso i principi che governano i comportamenti delle informazioni nella struttura dell'infinitamente piccolo. L'architettura e tutte le arti ne sono altrettanto coinvolte.
Scienza e design continuano il loro dialogo.


apri

apri

apri

apri



Aiap
via Ponchielli, 3
20129 Milano

18 agosto 2017

Cerca:


AIAP facebook page AIAP youtube channel